Il Falsomagro in rete


Dimmi la tua che ti pago – forse

Ho introdotto l’argomento ‘fare i soldi con internet‘ nel post che trovate qui, a propostito del contest online con premio la Nikon D40.

Sono molti i siti/servizi che puntano ad attrarre utenti e traffico con diversi specchietti per le allodole e con termini con ‘free‘ ‘get paid for‘ ‘fai questo e ti paghiamo‘.

Come ho già specificato nel post su Falsomagro questa è una delle leve più forti su internet, per tanti motivi. Già detto anche che spesso c’è ben poco da guadagnare o che chi in ogni caso guadagna veramente è chi propone l’opportunità. Ci sono diverse categorie, dai sondaggi ai servizi ‘Paid to read‘ che pagano un tot ogni email pubblicitaria visualizzata. Troviamo poi i ‘paid to review‘, ‘paid to test‘, ‘paid to do something‘.

Per il momento mi limito alla prima di queste ‘opportunità di guadagno’, i sondaggi. Sono diversi i servizi che offrono qualcosa in cambio delle opinioni degli utenti.

É interessante vedere come ci basti la promessa di un premio o di qualche centesimo di euro per lasciar cadere i veli della tanto agognata privacy, rivelando ai sondaggisti tutte le nostre abitudini, anche le più intime. Uno tra i primi servizi che ha preso piede nel settore è quello di Ciao, partito dalla Germania e approdato ben presto anche in Italia.

Ci si iscrive al servizio, si completa il proprio profilo (con la promessa che più sarà dettagliato maggiori saranno le opportunità di guadagno [w la privacy!]). A questo punto nella nostra casella email cominceranno ad essere recapitate email con sondaggi, scelti in base al nostro profilo.

Solitamente ogni sondaggio si compone di alcune domande preliminari per restringere il campione, può capitare (capita spesso) di non essere selezionati per il sondaggio in quanto inadeguati. C’è stato un periodo in cui si veniva in ogni caso remunerati (un minimo), ora il tempo speso per riempire i primi form di selezione, se non si viene scelti per il sondaggio è tempo regalato.

Ciao è uno dei pochi servizi che monetizza i sondaggi in soldi (da 0,50 a 2,50 euro circa) mentre molti altri servizi in cambio delle opinioni si viene premiati con punti o premi, più dificilmente monetizzabili. Un altro dei servizi che monetizza in euro mi pare sia Nextplora.

Quanto si può guadagnare? Se si ha tempo, se si è un profilo molto ricercato e se si è svelti a cliccare le email (i sondaggi sono a numero chiuso e dopo un certo lasso di tempo scadono) in teoria qualche soldino lo si dovrebbe riuscire a portare a casa.

Nella mia carriera di opinionista a tempo perso (rispondo ai sondaggi quando capita) nel giro di ttre anni ho messo da parte 42 euro, che mi pare dovrebbero essere in viaggio dalla banca di Ciao alla mia in questi giorni.

Un consiglio, se vendete cellulari o automobili mettetevi l’animo in pace: sono tra gli argomenti di sondaggio più frequenti, ma non vi lasceranno partecipare.

Chi avesse altri servizi da consigliare piazzi il link nei commenti, FalsoMagro è
perto alle sperimentazioni.

Prova a leggere anche: