Il Falsomagro in rete


Killing you (softly), I’m your mobile phone…

L’ho vista e non ho resistito, l’ho fatta. Stamattina nel giro mattutino a caccia di news ho trovato quella del coreano a cui è esploso il cellulare nel taschino, provocandogli ferite letali a cuore e polmoni. Peggio se fosse successo al suo collega (che ha scoperto il corpo) in quanto stava posizionando della dinamite (il fatto è successo in una miniera).

Come già nel caso del cinese saltato per aria col suo cellulare probabilmente la principale concausa dell’incidente è l’alta temperatura del luogo di lavoro, che ha favorito il surriscaldamento del terminale. Dico concausa perché la causa scatenante risiede sicuramente in un difetto tecnico della batteria o del cellulare (di marca LG).

Io mi chiedo, però: prima che giunga all’esplosione, non ti accorgi di avere una mattonella alla temperatura del sole nel taschino? A me è capitato una volta che mi si freezasse il palmare e si scaldasse a dismisura (anche dopo aver tolto la batteria principale, ne aveva una interna….). Lo senti! Io addirittura l’ho infilato in freezer per evitare strane conseguenze del surriscaldamento…

O forse era una telefonata della suocera che ha causato l’esplosione. Se fossimo in CSI ci saprebbero di anche quante volte si è messo le dita nel naso prima che gli esplodesse il cellulare in tasca..

English: a man has died because of the explosion of his mobile phone, in Korea. I wonder: didn’t he feel that his shirt’s pocket was becoming hotter and hotter??? Follow the link to the news. 

Prova a leggere anche: