Il Falsomagro in rete


Grooveshark: di nuovo accessibile grazie al Falsomagro

grooveshark.jpgNel post in cui parlavo in toni amareggiati della chiusura di Grooveshark agli utenti italiani da parte di Telecom Italia, nella fattispecie nella persona di Next Open Innovation, vi ho promesso di cercare una soluzione a questa ingiustizia. Ebbene, grazie al contributo di voi utenti e grazie all’impegno dell’instancabile Zerokilled, mago del php, ecco aggirato l’ostacolo posto agli italici navigatori da Next Music.

Shark nei commenti ci proponeva una soluzione ospitata sul dominio Altervista, funzionante, di cui però non sappiamo esattamente il meccanismo di funzionamento, ossia se sia semplicemente, come nel mio caso, l’hmtl dell’homepage di Grooveshark riportato in un’altra pagina, oppure si qualcosa in cui i nostri dati personali transitano più in chiaro su quel dominio. In quel caso utilizzare un account con username e password magari comuni ad altri nostri servizi potrebbe risultare pericoloso.

grooveshark-falsomagro.jpg

Venendo alla soluzione architettata dal nostro Samuele Zerokilled, il nostro eroe del web si è piazzato dietro un proxy, ha digitato www.grooveshark.com, non essendo riconosciuto come italiano ha avuto accesso alla pagina, ha ciucciato il codice html, me lo ha girato e io l’ho piazzato su una pagina statica del Falsomagro, all’indirizzo  http://www.falsomagro.com/grooveshark.htm# .

Da qui praticamente si accede al servizio da una pagina che non è transitata dal riconoscimento dell’IP che  Previous Closed non-Innovation ha previsto per noi poveri abitanti dell’Italia, in cui il contatore  isNextMusicRedirect:  è fissato al valore ’0′.

Che altro dire? Buon ascolto!!

Prova a leggere anche: