Il Falsomagro in rete


Se mi togli dagli amici di Facebook…ti uccido!

Tempo di temi macabri. Nello scorso post ho affrontato il tema “Facebook dopo la morte“, sollevando l’interrogativo su cosa possa succedere al nostro profilo FacciaLibro in caso di nostra prematura dipartita e analizzando quali sono le possibilità che si possono presentare nella tragica eventualità ai nostri cari.

Oggi è tempo di parlare di vivi….uccisi per Facebook. In questi anni il Social Network creato da Marco MontagnaDiZucchero (Mark Zuckerberg) è stato tirato in ballo in diversi casi di omicidio.  Ci sono stati casi di uccisioni tra persone conosciute tramite il social media, casi di malcapitate uccise in seguito a scommessa con gli amici di Facebook (con in palio addirittura…una colazione gratis).

Uno degli ultimi casi saliti all’onore delle cronache particolare e potrebbe essere riassunto con l’epiteto: “Mi togli dagli amici di Facebook? Ti uccido!”.  La cronaca USA di Associated Press riporta della coppia formata da Billy Payne Jr. e Billie Jean Hayworth uccisi a colpi di arma da fuoco da Marvin Potter: il motivo era semplicemente aver tolto dalla lista degli amici di Facebook Jenelle, la figlia di Potter. La ragazza era già stata segnalata alla polizia dalla coppia per molestie dopo il delisting, ma gli eventi sono poi precipitati fino a giungere all’estremo gesto del padre.

In questo caso Facebook è solamente il pretesto e la causa dell’omicidio è la situazione socio-mentale del killer, sta di fatto che l’aver tolto dagli amici Jenelle è stata per la coppia la goccia che ha fatto traboccare il vaso della follia omicida di Potter.

Prova a leggere anche: