Il Falsomagro in rete


Gita in Facebook Italia

Questa settimana grazie all’intraprendenza del Taglierbe siamo stati nella sede italiana di Facebook (con tanto di foto di Davide che firma il Wall), dove abbiamo incontrato per un’intervista Luca Colombo, country manager di Facebook Italy. È stata un’occasione interessante per vedere il dietro le quinte di uno dei colossi attuali del web.

Un colosso non solo dal punto di vista del numero di iscritti (845 milioni di utenti attivi a livello mondiale al mese), ma anche della forza lavoro. In molti pensano che Facebook sia fatto da 4 righe di codice scritto da Mark Zuckerberg, buttato in rete e usato come piattaforma per la condivisione di status, foto e video da parte degli utenti. In realtà l’azienda statunitense continua a sviluppare applicazioni e features, ma soprattutto vende pubblicità.

La fotografia della presenza di Facebook in Italia rende evidente questo ultimo aspetto: a Milano la forza lavoro di Facebook è prettamente commerciale e si occupa di piazzare pubblicità nelle pagine del social network più famoso al mondo. Pubblicità super targettizzata, grazie alla perfetta conoscenza che Facebook ha di ogni utente. Pubblicità che funziona, anche vedendo i tassi di crescita che sta sviluppando.

L’idea di Marco Montagna-di-Zucchero si è trasformata negli anni in una vera e propria macchina da soldi, con un giro di affari su cui in pochi all’inizio avrebbero scommesso. I prossimi passi sono la quotazione in borsa (Yahoo! e beghe legali permettendo) e [forse] lo sbarco nel mondo dei motori di ricerca. Per concludere un motto che abbiamo ‘rubato’ proprio dalla sede italiana di Facebook:

Prova a leggere anche: